Articoli inerenti i Falconieri

Bird Control – allontanare uccelli con rapaci addestrati

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (No Ratings Yet)
Loading...

Bird Control – allontanare uccelli con rapaci addestrati

Home Blog del Falconiere Bird Control – allontanare uccelli con rapaci addestrati

falconiereConsiste nell’ utilizzare i rapaci nell’ allontanamento di specie infestanti come piccioni, gabbiani, cormorani, corvidi, aironi e qualsiasi altro volatile che provoca o può provocare gravi o seri danni all’ ambiente o all’ uomo.

ll Birds Cntrol con falchi addestrati nasce in America all’inizio degli anni ’70 come sistema per allontanare dalle piste degli aeroporti gli uccelli che vi stazionavano, rendendo difficili atterraggi e decolli.

In seguito si è scoperto che questa tecnica si poteva applicare anche in altre aree e con differenti specie di falchi.

Quindi per Bird-Strike si intende l’uso dei rapaci prevalentemente presso gli aeroporti, mentre il Bird-Control viene svolto in tutti gli altri luoghi (dighe, bacini, discariche, centri storici….)

I falchi, impiegati in questi servizi utilissimi sono addestrati a ricevere il cibo soltanto dal falconiere. In questo modo i falchi non uccidono gli uccelli che devono allontanare, poichè, è sufficiente la loro presenza nell’area da sgomberare per indurre l’allontanamento degli uccelli.

Spesso giornali, televisione e altri mezzi di informazione hanno parlato tanto dell’impiego dei falchi da Falconeria negli aeroporti, o, così come già detto, in siti diversi, avendo come punto in comune il “problema piccioni” e la soluzione del problema medesimo.

Viene presentato il falco come un mezzo infallibile per risolvere piccoli e grandi problemi. Un falco in volo, ovviamente incute paura a molti uccelli e li fa allontanare. Tutto ciò risponde al vero ma bisogna porsi anche una domanda:” per quanto tempo?”
E’ proprio questo il punto. Chi ha provato a cronometrare in quanto tempo una colonia di piccioni tornavano dopo il primo allontanamento in un tetto che avevano preso come fissa dimora si è accorto che dopo, circa, 15 minuti il primo gruppo era già al posto di prima, poi pian piano arrivavano gli altri. Continuando con il lancio dei falchi, con permanenza in volo, inseguimenti e via dicendo si arriva allo scopo prefissato, ma non in giornata, ci vogliono più giorni, facilmente si arriva a circa 20 giorni o un mese di lavoro e dopo, raggiunto lo scopo, si fanno degli interventi sporadici per dissuadere i nuovi arrivi o i vecchi che provano a rientrare.

Il problema si allontana fino a quando è disturbato, così, posizionando dissuasori a mezzo il posizionamento di punte allineate nei cornicioni, grondaie, luogo preferito per lo stazionamento sui tetti, o le reti posizionate nei siti di nidificazione posti sempre in punti strategici dei tetti che, uniti ai falchi danno dei risultati permanenti, costringendo la nidificazione in altri siti.

Un altro punto da chiarire è l’allontanamento di grossi volatili come i corvidi ….alcuni dicono che questi riescono a scacciare il falco ……..da una parte è vero se pensiamo a quello che di solito si vede in cielo con i corvi che attaccano le aquile, i gheppi, ma la musica cambia in Falconeria. Il falconidi e gli accipitridi addestrati e lanciati per l’allontanamento puntano dritto sui corvi per “disturbarli” o addirittura per ghermirne uno ( nel periodo consentito dalla legge 157/92).

Vi sono casi in cui, a lungo andare, appena vedono arrivare l’auto del falconiere questi scappano via velocemente ancor prima di avere aperto lo sportello per mettere fuori il falco.

Per concludere l’allontanamento a mezzo falchi è un ottimo metodo se fatto con i dovuti accorgimenti e nei tempi necessari, con ritorni anche nel tempo o addirittura di stazionamento del falconiere.

Se ti piace..condividi!! :)

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati